Presentazione

Mitologicamente, Megaride e' l'isola dove la deriva del mare poso' il corpo della sirena Partenope e dove oggi risiede il Castel dell'Ovo. La storia di Megaride e' la nostra essenza, un ritorno alle origini, allo spirito libero che indissolubilmente lega la nostra tradizione e la sua interpretazione a forme d'arte come la musica, il teatro e la poesia, che abbiamo racchiuso in un termine solo: MEGARIDEA.

Megaride e' soprattutto l'isola che rappresenta la nascita di Napoli e delle nostre tradizioni. Ecco perche' il repertorio di Megaridea e' basato esclusivamente sulle varie forme d'espressione artistica che la nostra terra ha partorito, messo in scena attraverso l'utilizzo di strumenti, maschere, immagini e tutto cio' che e' tipico della Cultura Napoletana e piu' in generale del Meridione d'Italia. Conoscere la storia di Napoli e del Sud contribuisce a sviluppare quel senso d'appartenenza puro e vero, che si alimenta nel prodigarsi quotidianamente per la propria terra, ma nello stesso tempo svincola dalle sterili faziosita' dei campanili che generano soltanto divisioni.

Come tutte le terre bagnate dal mare e per le tante dominazioni subite nella storia, Napoli ha sempre amalgamato la sua cultura con quelle dei tanti popoli che l'hanno assoggettata, dai Saraceni agli Spagnoli, dai Normanni ai Francesi. Forse e' per seguire il destino della nostra terra che sentiamo il bisogno di unire la musica napoletana a ritmi e sonorita' musicali derivanti da altre culture, diventando noi stessi spettatori e protagonisti di uno spettacolo infinito che unisce tutti i popoli del mondo, nel nome di una integrazione culturale che rispetta le differenze e le unisce in quel magico universo chiamato Arte, unico vero antidoto alla globalizzazione che ci vuole tutti uguali.

L'energia dell'isola di Megaride c'invita, a distanza di millenni, a percorrere con la musica un viaggio senza spazio e senza tempo, ci stimola a sognare con la poesia, ci aiuta a rivivere la storia attraverso il teatro...cercando di creare insieme quei momenti d'aggregazione che se condivisi, spesso, riescono a partorire delle vere e proprie emozioni.